Si rotola per terra o si picchia ....che fare?

Molto spesso i genitori pensano che un bambino di tre o quattro anni sia in grado di padroneggiare le proprie emozioni nonché di controllare i propri impulsi. Pe tale motivo si ritrovano spesso a perdere la pazienza e/o rimangono interdetti quando il loro bambino, in caso di crisi, invece di comprendere gli inviti a calmarsi rispondono con il lancio degli oggetti, si rotolano per terra, si picchiano, mordono o sbattono la testa contro il muro.

Ciascun genitore non dovrà dimenticare che il bambino è ancora piccolo per trattenere le proprie crisi o per adeguarsi alle indicazioni genitoriali. Per questo, generalmente, non serve a nulla sgridare o spiegare al bimbo come andrebbe gestita ragionevolmente una frustrazione o una criticità

Per inibire comportamenti bizzarri e/o autolesionistici si consiglia quindi di ricorrere ad un approccio indiretto. Per esempio, raccontando una favola o mimando una scena simile con delle bambole o marionette (come suggerito dalla pediatra Catherine Guegen - 2014). Un messaggio concreto e giocoso ha decisamente più presa sul bambino poiché lo coinvolge, lo diverte e lo stimola a pensare a nuove reazioni che potrebbero essere messe in atto.